Xylem contribuisce a salvare una squadra di calcio thailandese

L’esperienza di drenaggio di Xylem in ambienti estremi è stata determinante per il salvataggio di 12 ragazzi e del loro allenatore, intrappolati in una grotta allagata in Thailandia. Infatti, quattro esperti dell’azienda si sono recati direttamente sul posto e hanno riconfigurato le pompe in modo da aumentarne la portata del 40%, drenando le varie camere della grotta più velocemente.

Il 23 giugno 2018, la squadra di calcio e il loro allenatore stavano esplorando la grotta dopo un allenamento. Tuttavia, le piogge monsoniche hanno bloccato completamente l’ingresso della grotta. Il 2 luglio, ad oltre una settimana dalla loro scomparsa, i sommozzatori li hanno rintracciati in un punto situato a quasi 5 km dall’entrata della grotta.

“Ero atterrato in ThaiIandia per poi ripartire alla volta di Singapore per l’evento Water Week della settimana seguente, appena prima che fossero localizzati i ragazzi”, spiega Patrick Decker, Presidente e CEO di Xylem. “Non appena ho visto i servizi alla televisione e ho assistito all’avvio delle operazioni di pompaggio dell’acqua, mi sono immediatamente reso conto che, come azienda leader mondiale nelle tecnologie idriche, Xylem avrebbe potuto essere di grande aiuto”.

Venerdì 6 luglio, sfruttando la sua rete di contatti in Thailandia, Decker è riuscito ad ottenere l’autorizzazione del governatore di Chiang Rai affinché quattro esperti di Xylem, provenienti da USA, Regno Unito, Singapore e Thailandia, iniziassero a sovraintendere le operazioni di pompaggio a partire da sabato 7 luglio.

“Non era soltanto una questione di aumentare il numero di pompe presenti, ma soprattutto di poter sfruttare la nostra esperienza per aumentare ulteriormente la portata delle pompe già a disposizione”, spiega Decker. “Abbiamo proposto di incrementare la portata del 40% circa, in modo da drenare le prime tre camere e abbassare il livello dell’acqua nella quarta, per agevolare i primi tentativi di recupero che sarebbero iniziati la domenica seguente”.

Lunedì 9 luglio, Xylem ha provveduto anche a far arrivare per via aerea le pompe e le attrezzature di riserva eventualmente necessarie.

“È stato un gioco di squadra, e noi ci siamo semplicemente limitati ad aiutare i veri eroi sul campo come il governatore, l’esercito, i sommozzatori e tutti i volontari coinvolti nelle operazioni di salvataggio”, aggiunge Decker. “È stato veramente fantastico”.

La sera di martedì 10 luglio, tutti i 12 ragazzi e il loro allenatore erano stati tratti in salvo dalla grotta.

“Sono estremamente orgoglioso dei miei colleghi che si sono recati direttamente in loco durante le operazioni di salvataggio, Bobby Spinner, Adam Drakeley, Tassanai Poopat e Ryan Ng, e dell’intero team di progetto internazionale che li ha supportati”, conclude Decker.

 

Nuova serie di articoli

In primo piano: Tecnologie e gestione intelligenti delle risorse idriche

Inizia a leggere

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER